fbpx
Voucher Digitali I 4.0 anno 2022 - CCIAA Bologna

Voucher Digitali I 4.0 anno 2022 - CCIAA Bologna In evidenza

Premessa
La Camera di commercio di Bologna intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo.

Chi può aderire?
Imprese di micro, piccola e media dimensione, di tutti i settori, con sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Bologna.

I fornitori di consulenza e/o formazione non possono essere soggetti beneficiari se già partecipano in qualità di fornitori per altri soggetti beneficiari.

Quali sono le azioni agevolabili?
Gli interventi di innovazione digitale dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 - inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1.

Elenco 1:

  1. interfaccia uomo-macchina;
  2. manifattura additiva e stampa 3D;
  3. prototipazione rapida;
  4. internet delle cose e delle macchine;
  5. cloud, fog e quantum computing;
  6. cyber security e business continuity;
  7. big data e analytics;
  8. intelligenza artificiale;
  9. blockchain;
  10. soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;simulazione e sistemi cyberfisici;
  11. integrazione verticale e orizzontale;
  12. soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  13. soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ERP, MES, PLM, SCM, CRM);

Elenco 2:

  1. sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  2. sistemi fintech;
  3. geolocalizzazione;
  4. sistemi EDI, electronic data interchange,
  5. tecnologie per l’in-store customer experience;
  6. system integration applicata all’automazione dei processi;
  7. tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  8. programmi di digital marketing;
  9. soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
  10. connettività a Banda Ultralarga;
  11. sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  12. sistemi di e-commerce;
  13. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

Quali dimensioni devono avere i progetti?
I progetti ammissibili devono avere un importo minimo pari a € 5.000,00 e ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo.

A quanto ammonta l'agevolazione?
Per le imprese viene previsto un contributo a fondo perduto (voucher) nella misura del 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 10.000,00, più il riconoscimento di € 250,00 per le imprese in possesso del rating di legalità.

Quali sono le spese ammissibili?
Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2022 fino al 31 maggio 2023 successivo alla data di comunicazione all’impresa del provvedimento di concessione, che deve altresì intendersi come termine ultimo di chiusura del progetto.

Sono ammissibili le spese per:

  • servizi di consulenza e/o formazione (almeno il 30% dei costi ammissibili);
  • acquisto, canoni e noleggi di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
  • spese per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale (non superiori al 10% del costo totale del progetto).

Sono escluse le seguenti spese:

  • trasporto, vitto e alloggio;
  • apparecchi telefonici (centralini, smartphone ecc.), ed attrezzature informatiche di base (pc, monitor, notebook, tablet, stampanti non 3D, server, router ecc.);
  • servizi di consulenza specialistica relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali;
  • servizi per l’acquisizione di certificazioni;
  • servizi di supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge;
  • la predisposizione della richiesta di contributo per il presente bando


Chi sono i fornitori per i servizi di consulenza e formazione?
Per i servizi di consulenza e formazione, le imprese, oltre ad avvalersi esclusivamente delle categorie indicate dal bando, possono avvalersi anche di:

  • fornitori generici a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività, a favore di clienti diversi, per servizi di consulenza/formazione alle imprese nell’ambito delle tecnologie abilitanti 4.0. Competenze ed esperienze dovranno vertere sulle tecnologie oggetto del progetto. Il fornitore è tenuto, al riguardo, a produrre una autocertificazione attestante tale condizione da consegnare all’impresa beneficiaria prima della domanda di voucher.

 

Come fruire dell'agevolazione e quando presentare la domanda?

Le imprese possono trasmettere la richiesta di voucher alle ore 11:00 del 12 settembre 2022 attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WEBTELEMACO.

Riferimenti

Ufficio Gestione Bandi
Tel. 051 90 38 76
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lo staff di Phorma Mentis è a tua disposizione per fornirti informazioni di dettaglio, per le verifiche di ammissibilità del progetto e per l’assistenza alla presentazione della domanda.

000
Letto 244 volte

Altri Bandi e Avvisi

Questo sito utilizza cookie in conformità alla cookie policy del sito. Cliccando su ACCETTO o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni clicca su MAGGIORI INFORMAZIONI