Presentazione domande

Si potranno presentare domande dal 15 marzo 2024 fino al 20 giugno 2024.

Beneficiari

Possono presentare domanda grandi imprese, liberi professionisti e MPMI.

Agevolazioni

Contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese ammissibili.

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica sostiene grandi imprese, liberi professionisti e MPMI​ nell’acquisto e nell’installazione di infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici attraverso un contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese ammissibili.

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni:

  • le imprese, di qualunque dimensione e settore che abbiano sede sul territorio italiano;
  • i professionisti con un volume d’affari non inferiore al valore dell’infrastruttura di ricarica per la quale è richiesto il contributo;

Interventi ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente al 4 novembre 2021:

  • A – L’acquisto e messa in opera di infrastrutture di ricarica:
    • in corrente alternata di potenza da 7,4 kW a 22kW inclusi wallbox con un solo punto di ricarica o colonnine con due punti di ricarica;
    • in corrente continua.

Sono comprese le spese per l’installazione delle colonnine, gli impianti elettrici, le opere edili strettamente necessarie, gli impianti e i dispositivi per il monitoraggio.

  • B – La connessione alla rete elettrica così come da preventivo per la connessione rilasciato dal gestore di rete, nel limite massimo del 10% del costo totale ammissibile per la fornitura e messa in opera delle infrastrutture di ricarica;
  • C – Le spese di progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi, nel limite massimo del 10% del costo totale ammissibile per la fornitura e messa in opera delle infrastrutture di ricarica.
All’atto della presentazione della domanda di contributo le infrastrutture di ricarica devono risultare già installate, regolarmente funzionanti e le relative spese pagate.

Agevolazione

La dotazione è di 87,5 milioni di euro.

L’agevolazione consiste di un contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese ammissibili con i seguenti massimali:

  • infrastrutture di ricarica in corrente alternata di potenza da 7,4 kW a 22kW inclusi:
    • wallbox con un solo punto di ricarica: 2.500 € per singolo dispositivo;
    • colonnine con due punti di ricarica: 8.000 € per singola colonnina.
  • infrastrutture di ricarica in corrente continua:
    • fino a 50 kW: 1000 €/kW;
    • oltre 50 kW: 50.000 € per singola colonnina;
    • oltre 100 kW: 75.000 € per singola colonnina.

Scadenza e procedura di presentazione domande

Si potranno presentare domande fino al 20 giugno 2024.

Sei interessato?

Compila il modulo e un nostro consulente ti contatterà al più presto.

Contatti

Related Works