Presentazione domande

Dal 03 giugno 2024 fino a esaurimento risorse.

Beneficiari

Persone fisiche, giuridiche e piccole, medie imprese indipendentemente dalla collocazione geografica.

Agevolazioni

Contributo a fondo perduto fino a € 6.000,00, con maggiorazione se si rottama un veicolo Euro 0, 1, 2, 3 o 4.

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy sostiene persone fisiche, giuridiche e piccole, medie imprese per incentivare la rottamazione delle auto più inquinanti (classi Euro 0, 1, 2 e 3).

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni i seguenti soggetti che acquistano (anche in locazione finanziaria) e immatricolano in Italia:

  1. Persone fisiche e giuridiche, a esclusione di quelle che esercitano attività rientranti nei codici ATECO 45.11.0 e ATECO 45.40.1.

  2. Piccole e medie imprese esercenti attività di trasporto di cose in conto proprio o in conto terzi, per l’acquisto di veicoli commerciali di categoria N1 e N2 nuovi di fabbrica.

  3. Persone fisiche che stipulano un contratto di noleggio a lungo termine per la locazione di durata non inferiore a tre anni di uno dei veicoli.

Interventi ammissibili

L’obiettivo del provvedimento è incentivare la rottamazione delle auto più inquinanti (classi Euro 0, 1, 2 e 3) che oggi rappresentano il 25% dell’attuale parco circolante.

È agevolato l’acquisto di:

  • Auto elettriche, ibride plug-in e a motore termico con un livello di emissioni di CO2 fino a 135 gr/km.
  • Motocicli e ciclomotori elettrici e non elettrici.
  • Veicoli commerciali leggeri nelle seguenti categorie:
    • M1 (autoveicoli)
    • L1e – L7e (motocicli e ciclomotori)
    • N1 e N2 (veicoli commerciali)

Per tutti i beneficiari sono previsti incentivi per la contestuale rottamazione dei veicoli omologati in una classe da Euro 0 a Euro 4.

Agevolazione

La dotazione finanziaria disponibile ammonta a 1 miliardo di euro.
L’agevolazione consiste di un contributo a fondo perduto secondo i seguenti massimali:

L’agevolazione presenta anche le seguenti caratteristiche:

  • Contributo massimo ottenibile per l’acquisto di un veicolo elettrico nuovo, a fronte della rottamazione di un veicolo fino a Euro 2, salirà da 5.000 a 13.750 euro per chi è in possesso di un ISEE sotto 30.000 euro.

  • Contributo fino a 2.000 euro per l’acquisto di veicoli usati di classe Euro 6 con emissioni fino a 160 g/km CO2, a fronte della rottamazione di un’auto fino a Euro 4.

  • Contributo per l’installazione di impianti nuovi a GPL o a metano per autotrazione su autoveicoli di classe non inferiore a Euro 4, pari a 400 euro per gli impianti a GPL e 800 euro per quelli a metano.

  • Maggiorazione del contributo per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi plug-in di categoria M1 da parte di persone fisiche con ISEE inferiore a 30.000 euro e da parte dei titolari di licenze di taxi e di soggetti autorizzati all’esercizio del servizio di noleggio con conducente.

  • Contributo del 40% del prezzo d’acquisto, fino a un massimo di 2.500 euro, per i veicoli di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e, nuovi di fabbrica, non oggetto di incentivazione indicata nella tabella, omologati in una classe non inferiore a Euro 5, a condizione che sia praticato dal venditore uno sconto pari ad almeno il 5% del prezzo di acquisto, e se è contestualmente rottamato un veicolo di categoria Euro 0, 1, 2 o 3 ovvero un veicolo che sia stato oggetto di ritargatura obbligatoria.

Scadenza di presentazione domande

Dal 03 giugno 2024 fino a esaurimento risorse.

Sei interessato?

Compila il modulo e un nostro consulente ti contatterà al più presto.

Contatti

Related Works